05
GEN
2016

Tante ranocchie origami si aggirano per la casa editrice

Questo mese

Si è fatto il 2016 e tante ranocchie origami si aggirano per la casa editrice.
Sono uscite da un romanzo strepitoso: Ancóra, di Hakan Günday.
Il suo protagonista, Gaza, ne ha tenuta una in tasca per sedici anni.
È il dono che ha ricevuto da Cuma, uno dei tanti clandestini afgani che il padre di Gaza e altri mercanti di uomini traghettano per soldi dalla Turchia alla Grecia.
Per Gaza, è un simbolo di solidarietà, di riscatto, di cambiamento.
Lo è diventato adesso anche per noi.

Ancóra esce in libreria il 28 gennaio e le ultime pagine del libro sono di carta verde e leggera.
È triste separarsi da Gaza, alla fine del romanzo, lasciarsi alle spalle la sua incredibile avventura.
C’è sempre un po’ di tristezza quando si finisce un romanzo straordinario come Ancóra, ma in questo caso un piccolo rimedio c’è.
Basta staccare i foglietti verdi, fare una rana di carta seguendo le istruzioni, e ci portiamo via un pezzetto della storia.
Per infilarcelo in tasca, portarlo con noi, come Gaza; per regalarlo ad altri come portafortuna, come ha fatto Cuma.

Il 2016 sarà pieno di sorprese, e può far comodo avere in tasca una rana di carta o un altro piccolo amuleto.
Emmanuel Carrère, per esempio si portava in tasca un dado: dopo aver letto L’uomo dei dadi di Luke Rhinehart, a sedici anni, con le ragazze preferiva affidarsi alla sorte.
Lo racconta in un lungo articolo dedicato a questo romanzo culto, di cui, dopo tanti anni, Carrère ha voluto rintracciare il misterioso autore. (Internazionale, 31 luglio 2015).

A volte anche un libro si può portare in tasca, se è piccolo compatto e resistente come i miniMarcos: una collana economica di pregio con alcune perle del nostro catalogo, dalla Commedia umana di William Saroyan a Come sei bella stasera di Carlene Thompson, da Questa terra è la mia terra di Woody Guthrie a Alla grande di Cristiano Cavina.
Questo mese sono due i miniMarcos in arrivo: L’uomo dei dadi di Luke Rhinehart, per l’appunto, e Dizionario affettivo della lingua ebraica di Bruno Osimo, che ci insegna soprattutto a tradurre dal mammese.

Dicembre ha visto librerie vecchie e nuove affollate da lettori e curiosi di ogni genere e specie, deliziosamente narrate da Lettori, il libretto di Giovanni Previdi, libraio in Bologna.
La Befana – che alcune librerie creative festeggiano con i propri amici, cogliendo l’occasione per iniziative socialmente e librescamente utili – porta con sé tre ristampe, tutti libri usciti da una manciata di settimane.
La grande battaglia musicale di Carlo Boccadoro, che ha inaugurato in ottobre Gli scarabocchi, collana dedicata ai lettori a partire da 8 anni. Lost in translation di Ella Sanders, alla terza ristampa, coloratissimo album dedicato a 50 parole intraducibili dalle origini più disparate, meravigliosamente raccontate e illustrate. Infine la raccolta di poesie Nati per lasciar perdere, di Vincenzo Costantino, in arte Cinaski. E sotto i torchi delle ristampe va ora il Repertorio dei matti della città di Bologna, opera collettiva nata da un corso di Paolo Nori.

Proprio in questi giorni – per l’esattezza il 9 gennaio – Paolo apre i battenti del corso dedicato ai “Matti” di Parma. Tutti i dettagli li trovate qui.

L’oroscopo libresco del 2016 prevede molti più lettori… ad alta voce.
Non solo attori e professionisti che incidono audiolibri o leggono in pubblico.
Lettori appassionati come noi, o anche giovani e giovanissimi godranno la bellezza, il divertimento e… il ricordo più profondo che la lettura ad alta voce di un testo provoca in chi vi si cimenta.
Booksound – i libri alzano la voce, nasce da questa certezza.
Leggere insieme, e ad alta voce, può avere una marcia in più.
Dalla fine di gennaio, decine e decine di classi degli istituti secondari di primo e secondo grado di tutta Italia partecipano a Booksound.
Una nuova opportunità per scoprire, oltre alla lettura ad alta voce, i nostri libri: ne abbiamo scelti quattordici.
Grazie al contributo di tantissimi lettori ad alta voce volontari, coordinati da LaAV, centinaia e centinaia di ragazzi entreranno da protagonisti in un romanzo.
Dopo la presentazione spettacolare di Booksound, il 21 gennaio al Circolo dei Lettori di Torino, venerdì 22 e sabato 23 presso il Museo Italgas, sempre a Torino, si svolge un utilissimo corso di formazione – qui trovate i dettagli – per tutti coloro che vogliono leggere meglio ad alta voce, e partecipare a questo progetto innovativo.

Buon 2016 a tutti!