20
FEB
2015

RIGA 35 – MICHEL SERRES

Notizie, idee, curiosità

Ecco, di nuovo, un nuovo mondo. Noialtri, letterati, non abbiamo quasi più bisogno di spostarci nelle biblioteche né di accumulare note in fondo alla pagina… perché tutta l’informazione è disponibile in casa. Viva Wikipedia! Ecco un’enciclopedia libera, anzi libertaria, senza riferimento a esperti e, comunque, non più falsa di un’altra. Il grosso del lavoro degli studiosi si annulla e obbliga a diventare intelligenti!
Michel Serres

È convinto che il sapere contemporaneo, nella sua totalità, sia una teoria della comunicazione; che si debbano gettare ponti fra cultura umanistica e scienze naturali, imparando a “parlare a più voci”.
In questo suo lavoro di tessitura, la letteratura si svela “riserva di scienza”, la pittura “traduce” le novità delle scienze; e la filosofia si svela tanto profonda da far comprendere che la letteratura è più profonda di lei.
Benché Serres sia ormai riconosciuto come un “maestro del pensiero” (secondo la formula con cui gli è stato conferito nel 2013 il premio Nonino), la sua figura e la sua opera sono ancora, in gran parte, da scoprire.
Nel nuovo, godibilissimo, numero di Riga, scritti inediti di Serres e interventi appassionati di scrittori e studiosi tracciano una mappa della sua “unitaria e variegata” filosofia.

RIGA 35 – MICHEL SERRES
a cura di Gaspare Polizzi e Mario Porro

Qui la pagina del libro.
Per scoprire tutti i numeri di Riga, qui la pagina della collana.

Buona scoperta!