Fante

Archivio contenuti speciali

  • 25Nov2015

    Vinicio Capossela - La Repubblica

    Addio Dan Fante, la scrittura era una questione di famiglia

    Keep writing… Keep writing… Così scriveva uncle Dan, lo zio d’America, all’amico poeta italiano Vincenzo Costantino, incoraggiandolo, come un boxeur. Dacci dentro, qualsiasi cosa accada, picchia sui tasti… In questo Dan Fante – scomparso lunedì a Los Angeles all’età di 71 anni – portava avanti la missione del padre, John, spingendo, incoraggiando alla scrittura, foraggiando l’epopea, la grande impresa di diventare scrittore, come soltanto il grande spaccone Arturo Bandini sapeva fare.

    Leggi l’articolo completo