w5x7n2 - nur1w8 - vjqnas - 8uabi1 - 30cnu8 - 8dr0z3 - iilud5 - tvqbj1

Come sei bella stasera

Archivio rassegna stampa

  • 19Dic2011

    Marco Tiano - ilgiallista.com

    Entrando nel vivo delle festività natalizie, oggi vi parliamo di un giallo ambientato proprio in questo poeriodo, dove il Natale ne fa da sfondo.
    Si tratta di “Come sei bella stasera” il secondo libro tradotto in Italia di Carlene Thompson, edito da marcos y marcos.
    Ancora una volta, quando si ha tra le mani un libro della Thompson, non si può fare a meno di non lasciarsi trasportare dagli eventi del protagonista, immergendosi completamente all’interno della vicenda.

    Tutto questo accade grazie al modo egregio di come l’autrice descrive luoghi e fatti, dei ritratti psicologici dei personaggi e dalla buona traduzione italiana del testo.
    Come di consueto, la protagonista è una giovane donna, e non manca un affettuoso animale domestico (in questo caso una femmina di meticcio di nome Scarlett) che accompagnerà i personaggi sino alla scoperta della verità.
    Il libro, grazie allo stile narrativo impeccabile della Thompson, è sempre scorrevole, veloce e invoglia il lettore a continuare a leggere.
    Per quanto riguarda l’intreccio, la trama è avvincente e stuzzica la curiosità del lettore, anche se i più esperti e smaliziati, non avranno difficoltà a scoprire l’identità dell’assassino. Nonostante ciò, il finale, dal timbro cinematografico, è ben costruito e non deluderà il lettore.
    “Come sei bella stasera” è un ottimo libro d’evasione, da leggere durante le festività natalizie, accanto al tepore di un camino, al chiarore delle luci dell’albero di Natale e al profumo di mandarini e frutta secca, che inebriano gli ambienti familiari durante i giorni di festa, tanto cari alla grande Carlene Thompson.
    Buona lettura!

    Il libro:
    La vita di Deborah scorre tranquilla: bella casa con giardino, due gemelli vivaci a cui badare. Unica ombra: negli ultimi tempi il marito, Steve, è visibilmente tormentato e non vuole saperne di confidarsi con lei. È sempre stato un tipo riservato, ma mai così chiuso e scostante.
    All’improvviso, pochi giorni prima di Natale, Steve scompare.
    Deborah interpella gli amici, chiama la polizia. Si rende conto di non sapere molte cose, sull’uomo che le viveva accanto. Di giorno in giorno, emergono elementi nuovi, sempre più inquietanti.
    Deborah è sconvolta. Chi si nascondeva in realtà dietro quell’uomo serio, stimato professionista? Un maniaco, un serial killer? O un uomo minacciato ingiustamente, in pericolo di vita? Qualcuno telefona con voce alterata nel cuore della notte, un uomo incappucciato spaventa a morte la figlia, Kimberly.
    Una donna muore strangolata a pochi isolati di distanza. La polizia sospetta che il colpevole sia Steve. Deborah si rifiuta di crederlo, ma deve difendere i bambini, se stessa… In un crescendo dicolpi di scena, che la porteranno a dubitare di tutto e di tutti, scaverà a fondo nel passato del marito, fino a scontrarsi con l’atroce verità.
    Un thriller psicologico perfettamente congegnato, che ti stringe pian piano nella rete e ti incolla alle pagine fino all’ultima riga.

  • 01Dic2005

    Davide Frati - mangialibri.com

    Mentre il serial killer noto come lo Strangolatore del Vicolo colpisce ad intervalli regolari, la vita di Deborah scorre tranquilla: una bella casa, due gemelli, un marito affettuoso di nome Steve. Un marito sempre più nervoso e scorbutico, che un bel giorno scompare senza lasciare traccia, temendo che la polizia sia sulle sue tracce per accusarlo di essere lo Strangolatore del Vicolo.

    Deborah si rende improvvisamente conto di non sapere molte cose sull’uomo che le viveva accanto: di giorno in giorno infatti emergono elementi sempre più inquietanti. La donna è sconvolta: chi era in realtà suo marito Steve? Una vittima o un carnefice?
    La cosa migliore di questo eccellente thriller psicologico non sta nello stile brillante, nei personaggi credibili, nei dialoghi ironici e ricchi di allusioni: sta nel modo con cui Carlene Thompson prende uno dei più inflazionati cliché del genere (Ho sposato un serial killer?) e lo rivolta come un calzino. Sta nelle soluzioni non scontate, nella mitraglia di colpi di scena, nella capacità di tenerti lì. Fino all’ultimissima pagina.

  • 04Nov2005

    Tecla Dozio - Capital

    Il padre di Deborah per anni le ha detto che non è bella, non ha talento e non è particolarmente intelligente e lei ci crede finché, pochi giorni prima di Natale, il marito scompare e la sua tranquilla vita di madre di famiglia viene sconvolta.

    La ricerca di Steve si trasforma nella ricerca di se stessa, della sua forza, della sua capacità di affrontare atroci verità. Un romanzo perfetto per la capacità dell’autrice di creare tensione, seminare dubbi e sospetti, di far entrare il lettore nella “storia” e di accompagnarlo poi fino alla rigorosa ricostruzione. Uno splendido romanzo.

  • 06Set2005

    Pasquale Bottone - libriedischi.splinder.com

    La vita di Deborah scorre tranquilla: bella casa con giardino, due gemelli vivaci a cui badare. Unica ombra: negli ultimi tempi il marito, Steve, è visibilmente tormentato e non vuole saperne di confidarsi con lei. È sempre stato un tipo riservato, ma mai così chiuso e scostante.
    All’improvviso, pochi giorni prima di Natale, Steve scompare.

    Deborah interpella gli amici, chiama la polizia. Si rende conto di non sapere molte cose, sull’uomo che le viveva accanto. Di giorno in giorno, emergono elementi nuovi, sempre più inquietanti.
    Deborah è sconvolta. Chi si nascondeva in realtà dietro quell’uomo serio, stimato professionista? Un maniaco, un serial killer?
    O un uomo minacciato ingiustamente, in pericolo di vita? Qualcuno telefona con voce alterata nel cuore della notte, un uomo incappucciato spaventa a morte la figlia, Kimberly.
    Una donna muore strangolata a pochi isolati di distanza. La polizia sospetta che il colpevole sia Steve. Deborah si rifiuta di crederlo, ma deve difendere i bambini, se stessa… In un crescendo di colpi di scena, che la porteranno a dubitare di tutto e di tutti, scaverà a fondo nel passato del marito, fino a scontrarsi con l’atroce verità.
    Un thriller psicologico perfettamente congegnato, che ti stringe pian piano nella rete e ti incolla alle pagine fino all’ultima riga.