Buffalo Bill a Venezia

Archivio rassegna stampa

  • 02Nov2010

    Carla Fellagra - La cronaca di Piacenza

    Massimo Carlotto: “La struttura è classica, alla Camilleri, cioè crimine-indagine-soluzlone. Fuivio Ervas: mostra cosa c’è dietro le apparenze in Veneto e lo fa con abilità chirurgica, con ritmo narrativo”…

    Leggi l’articolo completo

  • 12Set2009

    Massimo Carlotto e Benedetta Marietti - La Repubblica

    “Ora sto leggendo le utlime pagine di Buffalo Bill a Venezia (Marcos y Marcos), il bel romanzo poliziesco di Fulvio Ervas, un autore del Nord-Est di grande talento. Attraverso una scrittura garbata e sottile, Ervas costruisce una trama classica e sostenuta, cosa assai rara per i nostri giallisti che…

    Leggi l’articolo completo

  • 05Ago2009

    Anna Renda - Il Gazzettino

    1906: Buffalo Bill a Venezia. Una foto lo ritrae in gondola. Era arrivato in città per visitarla, in occasione di uno spettacolo padovano, con la colt, un’amante e cento pellerossa…

    Leggi l’articolo completo

  • 05Ago2009

    Redazione - Il Foglio

    Ormai l’ispettore Stucky è diventato di famiglia. Ci abbiamo fatto il Natale con Commesse di Treviso, la Pasqua con Pinguini arrosto. Vuoi non andarci in vacanza? Il romanzo parte il 12 luglio, il tempo è l’estate. Ci fidiamo del ristorantino che sceglierà per noi, dei suoi luoghi, cicchetti e donne discrete…

    Leggi l’articolo completo

  • 02Lug2009

    Orietta Possanza - Terra

    Cosa ha spinto Fulvio Ervas a scrivere un giallo a Vene zia?
    «Seduto alle Zattere, pensando a questa città che obbliga a camminare, a muoversi con relativa lentezza; queste apparenti costrizioni che considero invece privilegi del futuro possibile, mi sono sembrate affascinanti occasioni narrative”…

    Leggi l’articolo completo

  • 01Lug2009

    Barbara Caffi - La Provincia

    Può esserci in una città che campa di turismo come Venezia qualcuno che i turisti li fa annegare nei canali, simulando incidenti di cui incolpare le calli sdrucciolevoli e lo stato etilico di chi cade? Ne sembra convinto l’ispettore Scarpa, che non riuscendo a trovare un filo che ammantiv di crimine certe morti accidentali, coinvolge nelle sue indagini Stucky, suo collega di Treviso, un po’ veneto e un po’ persiano.

    É l’inizio di Buffalo Bill a Venezia, ilnuovo romanzo di Fulvio Ervas ( questa volta senza la sorella Luisa) che ha ancora una volta come protagonista Stucky, poliziotto stralunato. In un guazzabuglio di falsi indizi, zie un po’ suonate, estrose vicine di casa, cugini venuti da lontano e squinternati compagni d’ospedale, Stucky risolverà il caso. Ma per il lettore è soloil pretesto per riflettere su stranieri e nuovi barbari e per scoprire di Venezia un dedalo di strade lontane dai soliti tragitti.

  • 26Giu2009

    Isabella Panfido - Corriere del Veneto

    “Il bello di Venezia è che il suo passatismo decade meno velocemente del modernismo che la circonda, progettato all’origine per durare poco, pochissimo, come il cinturino di un orologio”. Venezia si sfalda, ma meno di certi cementi. No, non è una citazione da un saggio sull’incerto destino di…

    Leggi l’articolo completo

  • 20Giu2009

    Antonella Fiori - D (la Repubblica)

    Venezia è di moda? Certo lo è la Venezia della biennale e dei grandi vernissage. Ma esiste anche la città quotidiana, fatta di un fiume di turisti, che nel nuovo libro di Fulvio Ervas finiscono annegati nei canali…

    Leggi l’articolo completo

  • 18Giu2009

    Giorgia Taffarelli - Il Mattino di Padova

    L’ispettore Stucky torna a casa. Ma ci resta solo il tempo di una nuova indagine e poi va a rifugiarsi nella sua Treviso. Stucky è il detective nato dalla penna dello scrittore Fulvio Ervas…

    Leggi l’artioclo completo