Stanotte sei mia Carlene Thompson

  • Le candele tremolavano nella grande stanza. Le fiammelle gettavano ombre sulla parete, e il loro intenso profumo di vaniglia riempiva l’aria. Nicole era sdraiata sul parquet lucido, i capelli biondi sparsi su un cuscino con le frange. Accanto a lei c’era un uomo che in perfetto silenzio le teneva la mano destra. Aveva gli occhi aperti, ma non vedeva nulla
    di quello che c’era nella stanza. Il suo sguardo era perso nel mondo creato dalla musica. Nicole chiuse gli occhi azzurri, lasciandosi pervadere dalla Rapsodia in blu. Due grandi altoparlanti diffondevano nella stanza quella strana miscela di musica classica e sensualissimo jazz. Durante la registrazione, Paul Dominic, l’uomo accanto a lei, aveva suonato il pianoforte con tutta l’esperienza e la passione
    del virtuoso di fama mondiale che era. Nicole sentì che Paul si irrigidiva ascoltando il passaggio di quattro battute che collega la lunga cadenza per pianoforte alla famosa melodia dell’Andantino moderato. Poi la musica aumentò di tono e il cuore di Nicole prese a battere più in fretta mentre la rapsodia culminava nel tema lento e, poco dopo, giungeva alla sua
    spettacolare conclusione. Paul rotolò verso di lei, appoggiandosi sul gomito. “Allora, chérie, ti è piaciuta?” Nicole tirò un profondo sospiro. “Tantissimo”. Temette di aver fatto la figura della ragazzina balbettante, mentre avrebbe voluto possedere il vocabolario sofisticato di un critico per esprimere ciò che provava. Allungò il braccio e sfiorò i capelli neri di Paul. “Non mi pare vero di essere con
    te” sussurrò. “Non mi pare vero di essere con un uomo capace di suonare una musica tanto gloriosa. Uno che ha un talento del genere…” Scosse la testa. “Sei proprio un genio”. “Non sono un genio” disse lui schermendosi. “La musica è per un quarto talento e lavoro durissimo per i restanti tre. E poi non sono bravo quanto dovrei”.

    “L’uomo le infilò qualcosa attorno al collo. Lei sentì il freddo del metallo sulla pelle nuda fra i seni. Per un istante ci vide un po’ meglio, rimase abbagliata dallo sguardo luminoso di quegli occhi color nocciola. Lui la baciò sulla fronte, ma prima che potesse avvicinarsi qualcuno era già svanito nel nulla."

    Carlene Thompson Stanotte sei mia

  • Autore: Carlene Thompson
  • Genere:
  • Collane:
  • Titolo Originale: Tonight You're Mine
  • Data Pubblicazione: 9/07/2009
  • Numero di pagine: 416
  • Codice EAN: 9788871685069
  • Prezzo di listino: 14.5 €
  • Lingua Originale:

Nicole è la ragazza più felice del mondo.

La sua storia d’amore con Paul, giovane genio musicale – nessuno suona Beethoven e Gershwin come lui – va a gonfie vele. Ma una sera, tornando a casa, viene assalita da due giovani che abusano di lei. Solo l’arrivo fortuito di un’automobile mette in fuga i delinquenti, salvandole la vita. Non trascorre molto tempo, e gli stupratori – componenti di un gruppetto rock a un passo dal successo – vengono impiccati a un albero con un cappuccio in testa. L’adorato Paul scompare nel nulla, tutti pensano che a farli fuori sia stato lui…

Passano quindici anni, Nicole si è rifatta una vita, ha una figlia e insegna letteratura inglese all’università. All’improvviso, inspiegabilmente, suo padre si suicida. Altre persone della sua cerchia vengono assassinate. Qualcuno inizia a perseguitarla con telefonate, minacce, spaventa a morte la sua piccola Shelley. E Nicole si sente sprofondare nelle sabbie mobili dell’orrore…

Come Patricia Highsmith e Fred Vargas, Carlene Thompson tiene perfettamente in pugno il mondo che racconta; tranquille cittadine di provincia abitate da famiglie felici nella cui vita irrompe qualcosa di terribile, personaggi apparentemente impeccabili di cui stana segreti, delitti e bugie.