L’interprete dei malanni Jhumpa Lahiri

  • Assaggio del libro non disponibile.

    Più che una raccolta di racconti, questo libro è un insieme di ricchi e densi romanzi brevi, e la molteplicità delle voci narranti e dei punti di vista – trent'anni di storia recente, in India, in Europa e in America – lo rende indimenticabile.

    Jhumpa Lahiri L’interprete dei malanni

  • Autore: Jhumpa Lahiri
  • Genere: ,
  • Collane:
  • Titolo Originale: Interpreter of Maladies
  • Data Pubblicazione: 28/04/2000
  • Numero di pagine: 232
  • Codice EAN: 9788871682952
  • Prezzo di listino: 13 €
  • Lingua Originale:

Confessarsi a turno quello che non avevano mai osato dirsi: è il gioco scelto da Shoba e Shukumar per trascorrere le serate al buio durante una temporanea interruzione dell’energia elettrica. Dopo la morte del figlio appena nato, si evitano con abilità, lui davanti allo schermo del computer, lei nascosta dietro barricate di bozze da correggere. Shukumar scambia la momentanea vicinanza per un’occasione di riconciliazione: ma non è così…
Studiava appassionatamente lingue straniere, collezionava dizionari: sognava di diventare l’interprete di diplomatici e dignitari. Finito a fare l’interprete a un medico che non parla il Gujurati, il signor Kapasi si illude di trovare comprensione in una giovane turista; lei non ama il marito, né i figli, ha già perso ogni curiosità per la vita, e immagina a sua volta di ottenere da lui un rimedio miracoloso al proprio disagio…
Persone spaesate, lontane dalle terre d’origine, soprattutto lontanissime le une dalle altre, pronte a inventarsi un prossimo su misura. Jhumpa Lahiri ha un tocco deciso, un colpo d’occhio incredibile; non punta mai il dito, ma indica, fra le pieghe dei suoi personaggi, quanto la felicità sia a portata di mano: nell’ultima, splendida storia, il protagonista viaggia incontro ai nuovi continenti accettando serenamente il proprio destino.
Più che una raccolta di racconti, questo libro è un insieme di ricchi e densi romanzi brevi, e la molteplicità delle voci narranti e dei punti di vista – trent’anni di storia recente, in India, in Europa e in America – lo rende indimenticabile.

‹‹Uno di quei libri che ti fanno venire voglia di fermare una persona per strada e dirle: ehi, lei, legga questo!›› Amy Tan