La vendetta della melanzana Bulbul Sharma

  • Mia nonna era perennemente in ansia. Ma a poche settimane dallo shradh del nonno scivolava nel panico. Le due preoccupazioni preferite erano la pulizia della casa e la preparazione del pranzo speciale per l’occasione. La terza fonte di ansietà — trovare un prete da nutrire — la teneva da parte, per potervi dedicare una piena, esclusiva, frenetica attenzione. La casa,
    già pulita come un reparto ospedaliero modello, si riempiva del nauseante odore di fenile. “Hai preso quello nero?” chiedeva sospettosa a Gopal, il giovane servo, per accertarsi che fosse la marca giusta, non essendo in grado di leggere in inglese. Poi, con la bottiglia sotto il naso, ne aspirava l’odore come fosse brandy d’annata. La stanza destinata alla cerimonia annuale dello
    shradh veniva spazzata e strofinata finché dal pavimento a mosaico si staccavano frammenti di cemento, raccolti dal servo come prova concreta dei suoi sforzi incessanti. Ogni giorno pensavo che Gopal, quindicenne, avrebbe protestato e gettato a terra straccio e scopa. Ma non lo fece. Al contrario, col passare dei giorni, divenne ancora più frenetico, spazzava e puliva come un invasato.

    “Si è mai sentito di un prete a dieta? Dove finiremo? Manca solo che chiedano un’insalata! Quando verrà la mia ora come faranno ad aiutarmi a traversare il fiume della morte, se si nutrono solo di cibo bollito?" si era lamentata la nonna per giorni, mentre noi divoravamo gli avanzi, inclusa la parte migliore che sarebbe spettata al prete”.

    Bulbul Sharma La vendetta della melanzana

  • Autore: Bulbul Sharma
  • Genere: ,
  • Collane:
  • Titolo Originale: The Anger of Aubergines
  • Data Pubblicazione: 26/10/2001
  • Numero di pagine: 138
  • Codice EAN: 9788871683256
  • Prezzo di listino: 14 €
  • Lingua Originale:

Cibo gioioso, cibo goloso, cibo di rito, digiuno odiato.
Una donna dispone di ben due mariti in eterna competizione: come una dea della foresta, va placata e vezzeggiata con offerte straordinarie di cibo.
Un prete-bambino che calza scarpe Nike e mangia a ritmo lento e inesorabile: la felicità, per la nonna ansiosa di trovare un prete da nutrire alla cerimonia più importante dell’anno.
Bala è la cugina povera: i parenti se la passano come un pacco postale, e lei si fa apprezzare con spuntini serali prelibati e rammendi impeccabili.
E quando il giovane Raj sbuca di ritorno dall’America ricco e affermato, mette gli occhi proprio su di lei, il normale ordine delle cose è sconvolto…

Questa raccolta di racconti è piena di aromi misteriosi e spezie tentatrici: filtrano da cucine segrete, si spandono per la strada, raggiungono la banchina della stazione.
 Ricordi, sogni e invidie si confondono a meraviglia con il piacere del cibo tra colori, sfrigolii, rumori di stoviglie.
E le ottime ricette al termine di ciascuna storia ne sono una prova concreta: perché non cimentarsi?

In questi racconti c’è molta ironia, c’è la voce di tutti, e la grande forza della campagna indiana.
La misura del racconto è perfetta, in Bulbul Sharma: il suo tocco giocoso, sapiente, divertito.

  • Sara Radaelli
  • Tatiana Moroni