La schiuma dei giorni Boris Vian

  • Tutti avremmo voluto saperne di più su Boris Vian, se lui stesso ce ne avesse dato la possibilità; se non avesse tuffato la sua vita in quell’intricato gioco di specchi, di esaltazioni e disorientamenti che sono stati la sua personalità e il suo genio. Oggi si può tentare di ricostruire la sua figura, così fisica e dirompente da diventare per paradosso
    quasi inafferrabile o almeno poco comprensibile. Nei nostri anni specialistici, dove ogni uomo si suppone sappia fare bene una cosa, un mestiere, abbia una vocazione, ma appunto una soltanto, il troppo, la disparità, il talento fuorviante non passano per le strettoie dello “standard”, ovvero di ciò che deve essere buono per tutti. E anche per questo, prima di accingersi alla
    lettura de La schiuma dei giorni, occorre sapere che è un libro in cui si parla con le nuvole, è il romanzo d’amore nel quale si muovono fianco a fianco Jean-Sol Partre, i Fratelli della Fede, il Professor Manducamanica, i gemelli Desmaret, e alcuni topi grigi pieni di dignità e indipendenza. Il tutto accompagnato dalla musica di Duke Ellington. Un
    mondo a rovescio, un bestiario surreale con una propria estetica e una propria morale, che ricorda il Lewis Carroll di Alice oltre lo specchio, ma anche senza sforzo i Beatles di Magical Mistery Tour. Un particolarissimo romanzo di formazione, che porta di rimando in rimando a molti altri racconti di questo genere letterario fino a Salinger.

    “Solo due cose contano, nella vita: l’amore in tutte le sue forme con ragazze carine, e la musica di New Orleans e di Duke Ellington. Il resto sarebbe meglio che sparisse, perché il resto è brutto, e la dimostrazione contenuta in questo romanzo deriva tutta la sua forza da un unico fattore: questa storia è totalmente vera, perché io me la sono inventata da capo a piedi”.

    Boris Vian La schiuma dei giorni

  • Autore: Boris Vian
  • Genere:
  • Collane:
  • Titolo Originale: L’écume des jours
  • Data Pubblicazione: 9/05/1996
  • Numero di pagine: 272
  • Codice EAN: 9788871680712
  • Prezzo di listino: 14.5 €
  • Lingua Originale:

Colin è un giovane parigino ricco e annoiato.
Passa il tempo dedicandosi a ricette inverosimili, strimpellando bizzarri strumenti di sua invenzione, bighellonando con Chick – il suo migliore amico – un ingegnere spiantato e sperperone che ha uno strano pallino: collezionare le opere di Jean-Sol Partre.
Poi, nella vita del signorino entra, in modo esplosivo, l’amore.
L’incontro con la bella Chloé è un colpo di fulmine: decidono di sposarsi nel giro di pochi giorni.
Per la cerimonia nuziale, Colin non bada a spese: ingaggia un Arcivettovo, settantatré musicisti, quattordici Figli della Fede e due pederasti d’onore. Nella chiesa, ridipinta di fresco a strisce gialle e viola, entrano anche le nuvole, profumate di coriandolo e di erbe di montagna.
Gli sposini si imbarcano in un lungo e stralunato viaggio di nozze nel Sud della Francia, scortati dal cuoco di Colin, Nicolas.
Al ritorno dal viaggio, Chloé si ammala. Nei suoi polmoni si annida un male terribile, fatica a respirare. Mentre il tempo va sempre più veloce, e l’appartamento dove vivono, inizialmente di dimensioni faraoniche, si fa sempre più stretto…

Romanzo dolce e pirotecnico, surreale fiaba d’amore e feroce denuncia del conformismo, piena di invenzioni che fanno ridere e piangere, La schiuma dei giorni è il capolavoro di un genio ventisettenne: Boris Vian.