Il pozzo delle trame perdute Jasper Fforde

  • Andare a vivere in un romanzo inedito aveva i suoi vantaggi. Tutte le noiose banalità quotidiane che sbrighiamo nella vita reale intralciano lo scorrere della narrazione e quindi sono in genere evitate. L’automobile non aveva bisogno di fare il pieno, al telefono non si sbagliava mai numero, c’era sempre acqua calda a sufficienza e c’erano solo due tipi di aspirapolvere,
    quello verticale e quello che ci si trascina dietro. C’erano altre differenze più sottili. Per esempio, non ti dovevano mai ripetere una frase perché non l’avevi capita bene, non c’erano due persone con lo stesso nome, non si parlava mai contemporaneamente né si aveva il fastidio di avere una parola sulla punta della lingua. Soprattutto, sapevi sempre chi era il
    cattivo. Ma c’erano anche alcuni svantaggi. Una certa carenza di colazioni era la prima e più notevole differenza rispetto alla mia giornata tipo. Nei libri si parla spesso di cene, e di conseguenza abbondano, così come i pranzi e i tè del pomeriggio, probabilmente perché offrono più occasioni di mandare avanti la storia. Non mancava solo la colazione. C’era una
    singolare penuria di cinema, carte da parati, gabinetti, colori, libri, animali, biancheria intima, odori, tagli di capelli e, cosa piuttosto strana, malattie non gravi. In un libro, se qualcuno stava male, o era una malattia terminale e drammaticamente sgradevole o era un lieve raffreddore: non c’erano molte vie di mezzo.

    “Andare ad abitare in un romanzo inedito aveva i suoi vantaggi”.

    Jasper Fforde Il pozzo delle trame perdute

  • Autore: Jasper Fforde
  • Genere:
  • Collane:
  • Titolo Originale: The Well of Lost Plots
  • Data Pubblicazione: 8/11/2007
  • Numero di pagine: 416
  • Codice EAN: 9788871684659
  • Prezzo di listino: 17 €
  • Lingua Originale:

Dopo aver salvato Jane Eyre – proprio quella di Charlotte Brontë – da una brutta fine, dopo aver difeso a coltello il mondo dei libri da una mefitica multinazionale, Thursday Next – la più celebre e tenera Detective Letteraria di tutti i tempi – aspetta un figlio. Thursday ha un dono: è in grado di uscire di punto in bianco dal mondo reale, ed “entrare” in quello dei libri. Perché mai non farlo ora, per partorire in pace il suo bimbo? Di per sé, il romanzo che la ospita fa schifo, rischia la rottamazione immediata. Ma permette a Thursday di accedere a un luogo straordinario: il pozzo delle trame perdute. Un luogo dove artigiani, tecnici e personaggi appaiono e scompaiono, si spostano da un libro all’altro, costruendo, modificando o trasformando i desideri degli autori con meccanismi sorprendenti. Venditori di verbi freschi, officine che confezionano antefatti, empori che propongono infanzie idilliache in offerta 3×2… tutti concorrono a costruire, proteggere, cambiare o ridurre in poltiglia quello straordinario organismo che è un romanzo. Thursday ha il suo da fare: salvaguardare finali, evitare intromissioni, verificare che questo benedetto UltraWord™ – un nuovo sistema operativo Plasmaimmagini – non nasconda intenti loschi.

Ma nel cuore ha come sempre e prima di tutto Landen, papà del suo bambino. Sradicato un romanzo fa, sarebbe ora di riportarlo in vita. Invece, a causa di una perfida nemica che le manipola la memoria, rischia di perderlo perfino dai ricordi…