Il mondo delle cose Michael Zadoorian

  • Dopo un incidente aereo, a Detroit si punta sul numero del volo. Io non l’ho mai fatto, ma quando il volo 244 è scomparso dal cielo l’ho sognato. Mi vergogno tantissimo ad ammetterlo, ma ho cercato quel sogno nel mio Kansas City Kitty Dream Book e ho scoperto che il numero per i disastri aerei è il 606. Ci ho
    puntato tre dollari al lotto, 6-0-6 in precisa sequenza. Avrei potuto giocarlo anche per la strada, se solo non mi rendesse nervoso. Tant’è, in ogni caso ho perso. Non gioco spesso, però certi giorni scorgo numeri dappertutto – targhe, orologi digitali, ricevute. Gli stessi numeri, a ripetizione. Se vedo un camion targato 872, mi viene in mente che soltanto un’ora
    prima ho ricevuto uno scontrino da 2,87 dollari. Ecco, in questi casi devo giocare le singole cifre, non la sequenza. Non c’è niente di peggio che vedere i tuoi numeri che vengono estratti, ma nell’ordine sbagliato.

    "Il fatto era che speravo trovasse dell’altro, perché da quando aveva smesso di fare la scema, quel che vedevo non mi dispiaceva. Che ci posso fare? Ho un debole per le secchione.”

    Michael Zadoorian Il mondo delle cose

  • Autore: Michael Zadoorian
  • Genere: ,
  • Collane:
  • Titolo Originale: The Lost Palaces of Detroit
  • Data Pubblicazione: 4/03/2010
  • Numero di pagine: 272
  • Codice EAN: 9788871685243
  • Prezzo di listino: 16.5 €
  • Lingua Originale:

Scopri che tua moglie ti tradisce, e il tuo cuore inizia a produrre un rumoraccio insostenibile, peggio dello sciacquone di un cesso. E quegli inutili, bellissimi, benedetti animali che sei costretto a sopprimere ogni giorno tornano in sogno di notte per vendicarsi. Per giunta, qualcuno inizia a spargere bigliettini con scritto che fai schifo.
Mentre le cose, insomma, parrebbero perdere calore ed energia, e andarsene in direzioni senza senso, scopri che la tua vecchia, fallitissima Detroit ti è profondamente amica, che ha moltissimo da offrirti.
Milioni di negozi Second hand felicemente incasinati, dove scavare in cerca di tesori che nessuno ha mai scoperto.
La stanza fortunata, che batte qualsiasi diagnosi di sterilità. A grande sorpresa, tu e tua moglie concepite lì il vostro primo figlio.
Una vecchia tostissima, che resiste a ogni acciacco con i colori, e impugna i pennelli a caccia di bellezza con la grinta di un guerriero.

Il mondo, come la casa dei tuoi, è un campo minato di emozioni, vecchio mio. Tuffati e osa: non sei che all’inizio di una grande, strepitosa avventura.