Derrumbe Ricardo Menéndez Salmón

  • Sparò e la testa rimbalzò e vide come gli occhi si nutrivano per l’ultima volta di un sorso di luce e come poi si tingevano di ombre – ombre in cui poté vedere il proprio riflesso con il braccio ancora proteso – e come infine si spegnevano simili a una stella lontana che palpita con forza anomala prima di spegnersi per
    sempre concentrando in quell’ultimo scintillìo tutto ciò che fu un giorno: la sua luce, il suo merito, la sua eccellenza: la stupefacente e stupefatta evidenza di aver sentito, di aver goduto, di aver riso: di esserci stato. Poi si avvicinò all’uomo e lo aggirò e annusò il suo sangue fresco e si portò alla bocca frammenti di ossa e cuoio capelluto e
    lì in piedi, eretto come un totem oscuro, nella stanza appena illuminata dalla luce a gas dei vecchi lampioni d’epoca, chiunque l’avesse visto assaporare quel pugno di materia confusa avrebbe provato la tentazione di scappare molto lontano e molto in fretta. «Che cos’è?» chiese Manila all’Ispettore. «Una scarpa, lascia sempre una scarpa». «Una scarpa?» «Una scarpa della sua vittima precedente». «Ah». «Ne abbiamo quattro paia». «Quattro paia?» «Sì.
    Quattro paia complete e incomplete». «Non capisco». «Complete perché lascia sempre per prima la sinistra e poi la destra; incomplete perché i modelli non corrispondono». «E lo fa sempre». «Sempre». «Come un marchio». «Proprio così». «E la prima scarpa che ha lasciato?» «Crediamo fosse sua». «Ma potrebbe essere di una vittima precedente». «Potrebbe». «E allora?» «E allora, per deduzione, continueremmo a risalire di delitto in delitto».

    "Qui si discute del Male pensò Manila. Stiamo discutendo del Male, con la maiuscola. Una delle parole più corte; uno dei viaggi più lunghi".

    Ricardo Salmón Derrumbe

  • Autore: Ricardo Menéndez Salmón
  • Genere:
  • Collane:
  • Titolo Originale: Derrumbe
  • Data Pubblicazione: 10/05/2012
  • Numero di pagine: 192
  • Codice EAN: 9788871686226
  • Prezzo di listino: 15 €
  • Lingua Originale:

Sente il ruggito del leone: allora gli si asciuga la bocca, avverte una pressione al petto e deve colpire.
Otto sono le vittime, finora.
Uomini, donne, giovani, vecchi.
Accanto a ogni cadavere trovano una scarpa della vittima precedente.
Sono in quattro, a investigare: Manila, Olsen, Gudesteiz e l’Ispettore.
Poi c’è il Quinto uomo, inviato dall’alto a ricordare ai quattro che hanno carta bianca, ma devono agire in fretta.
Un serial killer feroce e completamente pazzo fa paura.
Più paura ancora fanno gli Estirpatori.
La loro idea è semplicissima, come tutte le idee geniali, commenta la moglie di Manila davanti al telegiornale: infilare  aghi sottilissimi nei cartoni del latte.
Manila guarda sua figlia dormire, la porta a vedere il mare, sente in lei un appiglio fortissimo per continuare a vivere.
Manila conosce tutti gli odori di sua moglie, tutti i segni che il tempo ha lasciato sul suo corpo rendendolo sempre più desiderabile. Soprattutto ora che aspetta il secondo figlio.
Quando il serial killer la porta via, però, non riesce più a ricordare il suo viso.

Derrumbe è uno slalom vertiginoso sul confine mobile tra buio e luce; un romanzo d’amore e di terrore.