C’è del marcio Jasper Fforde

  • Il minotauro stava creando problemi sproporzionati rispetto alla sua importanza letteraria. Prima evadendo dal libro prigione fantasy La spada degli Zenobiani, poi costringendoci a inseguirlo in giro per buona parte della narrativa, eludendo tutti i tentativi di riacciuffarlo. Il mitico essere mezzo uomo e mezzo toro, figlio della regina Pasifae di Creta, era stato avvistato all’interno di I cavalieri della
    valle purpurea solo un mese dopo la sua evasione. All’epoca desideravamo ancora prenderlo vivo, e così lo avevamo colpito con un dardo caricato con una piccola dose di Farsa. In teoria, per trovare l’uomo bestia antropofago sarebbe bastato far caso alla comparsa improvvisa, all’interno della letteratura, di scene con torte in faccia e gente che sbatte contro un lampione mentre
    cammina. Era un’idea sperimentale e, purtroppo, anche un fallimento completo. A parte la famosa scena di Tutto è bene quel che finisce bene in cui Lafeu menziona un tale che salta nella crema e il ridicolo episodio del Circolo Pickwick con il calesse a quattro ruote, non notammo molto. O la dose di Farsa non era stata abbastanza forte, o
    era stata diluita dalla naturale avversione del Mondo dei libri alle gag visive.

    “Resta nei libri, Thursday, ripensaci. Il mondo reale è ampiamente sopravvalutato”.

    Jasper Fforde C’è del marcio

  • Autore: Jasper Fforde
  • Genere:
  • Collane:
  • Titolo Originale: Something Rotten
  • Data Pubblicazione: 2/10/2008
  • Numero di pagine: 496
  • Codice EAN: 9788871684901
  • Prezzo di listino: 17 €
  • Lingua Originale:

Thursday Next ha nostalgia di casa. Vivere in un romanzo inedito, inseguire personaggi in fuga da trame troppo amare alla lunga sfianca. E il desiderio di ritrovare il marito Landen, sradicato dal tempo in circostanze misteriose, si fa sempre più forte.

In braccio il figlioletto Friday, al fianco un tormentato Amleto, Thursday saluta i colleghi di GiurisFiction e già assapora la “tranquilla banalità” del mondo reale. Dove prontamente l’aspettano una sicaria biondissima al soldo di un aspirante dittatore e una partita di croquet da vincere a tutti i costi.

Come se non bastasse il mondo rischia di andare in tilt: la Goliath Corporation si prepara a diventare una religione, mostruose chimere seminano il terrore nei centri commerciali e impazza la persecuzione xenofoba contro i danesi.

Ma ci vuole ben altro per scoraggiare Thursday Next, impavida Detective Letteraria. Certo, non è facile abbandonarsi a un momento di intimità con un marito dall’esistenza intermittente, convincere Amleto a prendere una decisione e soprattutto trovare una babysitter sostenibile per il piccolo Friday. Ma con la fine del mondo dietro l’angolo i problemi personali passano decisamente in secondo piano…

Dopo Il caso Jane Eyre, Persi in un buon libro e Il pozzo delle trame perdute, torna Thursday Next con una nuova, esilarante avventura nelle terre estreme della fantasia, dove nessuno prima di Fforde aveva mai osato spingersi.