Cadaveri François Barcelo

  • Assaggio del libro non disponibile.

    Uniti dal buon proposito di recuperare il cadavere di mamma, “il più marcio dei fratelli e la più marcia delle sorelle” si trovano fra i piedi una banda di motociclisti-killer, un’accolita di poliziotti corrotti, una masnada di maiali che invadono il cortile... e, soprattutto, una serie impressionante di cadaveri che si accumulano pian piano nella cantina di casa.

    François Barcelo Cadaveri

  • Autore: François Barcelo
  • Genere:
  • Collane:
  • Titolo Originale: Cadavres
  • Data Pubblicazione: 2/05/2003
  • Numero di pagine: 192
  • Codice EAN: 9788871683591
  • Prezzo di listino: 10 €
  • Lingua Originale:

Chi è, davvero, il protagonista di Cadaveri?
Un ubriacone un po’ sgraziato, senza arte né parte, che vive in una catapecchia in un paesino di provincia?
Un imbroglione che scrocca una doppia pensione allo Stato?
O è un pericoloso maniaco, un pazzo che camuffa orrende atrocità, un doppiogiochista diabolico?
Di sicuro sappiamo che molla il cadavere di mamma — compagna di sbornia, complice in traffici poco chiari — sul bordo di un canale senza farsi troppi problemi. La notte di capodanno.
E, dopo anni di latitanza, implora soccorso alla sorellina, attrice sulla cresta dell’onda. Una splendida ragazza, dalle tette in grado di “eccitare qualsiasi pittore non astrattista”.
Mattatrice — guarda un po’! — del serial “Cadaveri” che, grazie alla brillante formula delle tre esse, sangue, sesso, seno, ha salvato dal fallimento Telé-24.
Ma nemmeno Angela parrebbe del tutto a posto.
Il suo amante, Ronald, si è appena fatto arrestare: guidava un camion pieno di crack.
Lo staff di “Cadaveri” non vede l’ora di sbolognarla, perché fa un mucchio di bizze, non azzecca una battuta e arriva sempre in ritardo.
Uniti dal buon proposito di recuperare il cadavere di mamma, “il più marcio dei fratelli e la più marcia delle sorelle” si trovano fra i piedi una banda di motociclisti-killer, un’accolita di poliziotti corrotti, una masnada di maiali che invadono il cortile… e, soprattutto, una serie impressionante di cadaveri che si accumulano pian piano nella cantina di casa.