Buttarsi Dan Fante

  • Una fottuta pioggia cosmica di merda. Fino a un istante prima di aprire l’email della Canonball Press ero sicuro che i cinque anni e le trecento pagine che ci erano voluti per mettere insieme il mio libro fossero stati ben spesi. Appena tre mesi prima, gli stronzi mi avevano mandato la lettera di accettazione e un anticipo simbolico di cinquecento dollari.
    Finalmente sarei stato un autore di racconti pubblicato. Invece no. Stampai l’email, sottolineai le parole ‘prima o poi’ con un pennarellone nero e la attaccai alla parete della mia stanza, davanti alla scrivania. Prima o poi avrei anche cominciato a scoparmi carcasse di scimpanzé… prima o poi.

    “Voltai le spalle alla scena e accesi il computer, per ritrovare le mie storie. Sono Bruno Dante, pensai, scrittore di racconti, un tizio con un libro mai pubblicato, una Pontiac di dodici anni e nient’altro al mondo. Un aspirante di quarantadue anni, che nuota controcorrente. Che ricomincia daccapo per l’ennesima volta.”

    Dan Fante Buttarsi

  • Autore: Dan Fante
  • Genere:
  • Collane:
  • Titolo Originale: 86’d
  • Data Pubblicazione: 17/06/2010
  • Numero di pagine: 272
  • Codice EAN: 9788871685380
  • Prezzo di listino: 16.5 €
  • Lingua Originale:

Cinque anni di duro lavoro sulla pagina buttati al cesso.
L’email è lì, ruvida e bruciante: l’editore ha deciso di sospendere la pubblicazione dell’ultimo libro di Bruno Dante.
Per di più, Bruno è appena riemerso da uno dei suoi periodi a suon di droga di quart’ordine, sesso sordido e alcol.
Ormai senza il becco di un quattrino, incoccia in David Koffman, suo ex capo di larghe vedute che gli offre una scialuppa di salvataggio.
Lanciare in grande stile la Dav-Ko, società di noleggio limousine che scarrozza rockstar, attori e ricconi di Hollywood.
Bruno sfodera grinta, mette in piedi e governa una squadra di ferro.
Diventa confidente di una colta nonnina che lo avvicina a un produttore ben disposto e a una nipote strafiga.
Eppure, al primo incaglio, l’anima nera di Bruno prende il largo, mettendo a rischio uno dei suoi rari periodi di grazia… in una Los Angeles che alterna inferni e paradisi, un romanzo di intensa, allarmante sincerità.

“I suoi romanzi sono ballate di amore e di morte, come lo erano quelli di Bukowski e come lo sono stati quelli di suo padre.”
Fernanda Pivano, Corriere della Sera