09
APR
2015

I miei piccoli dispiaceri

Notizie, idee, curiosità

Miriam Toews
I MIEI PICCOLI DISPIACERI
traduzione di Maurizia Balmelli

Perché ci dicono sempre che se crediamo in lui Dio risponderà alle nostre preghiere? Perché non può essere lui a fare la prima mossa?

Si è fatta conoscere nel mondo con Un complicato atto d’amore, ci ha conquistato con In fuga con la zia e Mi chiamo Irma Voth.
Con I miei piccoli dispiaceri, Miriam Toews supera se stessa e ci regala uno di quei romanzi rari e stupefacenti che riempiono di commozione e gioia profonda.

La storia è semplice e nasce da un’esperienza dolorosa di Miriam: il suicidio dell’amatissima sorella.
Ma proprio qui Miriam rivela tutto il suo genio e la sua umanità.

La narrazione di una sventura si tramuta sempre più in un inno incredibile alla vita, alla debolezza e al coraggio, alla musica del mondo che ci chiama.
E tutto senza un filo di sentimentalismo, anzi, con un umorismo che colpisce al cuore, con una lucidità che è un dono inestimabile.
Yoli, la sorella dalla vita sgangherata, Elfie, la sorella pianista di successo, Nora, la quattordicenne favolosa, la nonna, discepola della vita, fagotto rubensiano di carne e cicatrici, Nic, che piange senza saperlo, Claudio, che crede nella musica come medicina universale… diventano, per trecento pagine, i nostri amici più veri.

I miei piccoli dispiaceri è un capolavoro che ha conquistato premi, recensioni e classifiche sia in Canada che negli Stati Uniti.
Bibliotecari, librai, critici severissimi della rete, del Washington Post e del New York Times l’hanno celebrato tra i romanzi più belli del 2014.

La versione italiana è scritta da Maurizia Balmelli, grande traduttrice che su questo romanzo ha lasciato pezzi di cuore.

Vai alla pagina del libro
Vai alla pagina dell’autrice
Vai alla pagina della traduttrice

Buona lettura!