24
GIU
2016

I Marcos per la scuola primaria

Scuole

Un piccolo catalogo (in crescita costante) di Marcos per la scuola primaria: dalla storia di un delfino che esplora i mari, alle avventure di un paese chiamato Notina, fino alla scoperta delle più simpatiche e affascinanti parole intraducibili. Due volumi della freschissima collana per ragazzi Gli Scarabocchi e un gioiello di immagini e parole.

Agostino e la sua famiglia sono stati esiliati. Nella periferia di Magopoli ci si sente tristi e soli, mancano gli amici e le vecchie avventure. Di magia manco a parlarne, ma poi è vero che la magia esiste? Non è che tutti gli specchi di Magopoli fanno credere alle persone di essere qualcosa che non sono? Dopo lo strano messaggio di un mendicante cieco, la compagnia si riunisce per una nuova missione. Si torna a Magopoli, scortati da un misterioso Guerriero, per disattivare la Madre di tutti gli specchi.

 

 

 

 

 

 

 

 

A Magopoli tutti sono maghi. Tutti tranne uno.
Agostino ha tredici anni ma di magie non se ne parla.
Sentirsi inadeguati, forse anche un pochino disperati, è il minimo di fronte al Grande Torneo dove debuttano i giovani maghi. Il torneo è una catastrofe, ma dà il via a una grande avventura fatta di fughe, amiche gigantesse, cinghiali di ferro innamorati, piovre giganti e scoperte inattese.
Chi lo direbbe mai che la realtà possa essere così diversa da come ce l’han sempre raccontata?
Di sicuro sapere di non essere gli unici fa sentire meno soli. E la scoperta più grande è che l’amicizia e il coraggio ci rendono più magici dei grandi maghi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Elogio dell'Aria - Daniela MaddalenaLa seconda avventura di Erasmo (con l’ormai inseparabile Lara) è nell’aria. Insieme, Erasmo e Lara si alzano nel cielo in mongolfiera. Questa volta cercano la zia, prigioniera oltre le nuvole in un regno malvagio. Con l’aiuto di Merlino, merlo musicista, sfideranno Cirrostrato e Nebulosa, i perfidi Stantuffi divoratori di uomini, nel loro regno senza gioia, e convinceranno il tremendo Baffetti a dar meno importanza al pettine e più all’amore.

Scopri di più

amicizia avventura coraggio crescere senza genitori generazioni a confronto infanzia narrativa italiana padri e figli sogni

 

 

 

 

 

 

Elogio dell'acqua - Daniela MaddalenaErasmo ha tredici anni, gli occhi verdi, le orecchie a sventola e un portamento molto ritto. Ha una zia che ama parlare in rima, e un padre capitano di marina disperso in mare. Per ritrovarlo, Erasmo affronta polipi batteristi, sirene e finisce dritto dritto nel ventre di uno squalo. Qui conosce Lara, e diventano amici, forse fidanzati, sicuramente compagni di avventure.

Scopri di più

amicizia   avventura   coraggio   crescere senza genitori   generazioni a confronto   infanzia   narrativa italiana   padri e figli   sogni

 

 

 

 

 

 

Pinna morsicataPinna Morsicata è sempre stato il delfino più curioso del Clan di Muso Lungo. Adesso invece ha perso la gioia e, con la gioia, ha perso tutto: il suo Clan, le sue radici, se stesso. La solitudine lo spinge pericolosamente verso le profondità del mare, finché la sua pinna si scontra con quella di un buffo pesce giallo a forma di valigia che non sta mai zitto e pian piano lo libera dal peso del suo grande segreto.

Scopri di più

Scopri il progetto IL LIBRO È UNA BELLA STORIA! Pinna Morsicata, una storia di mare e di carta

 

amicizia   avventura   diversità   narrativa italiana   romanzo di formazione   solitudine   tradimento   tristezza

 

 

 

 

La grande battaglia musicaleA Notina la musica mette tutti d’accordo. Esce dalle finestre della scuola, si alza dai giardini pubblici, riempie la piazza ogni domenica con la banda del maestro Bacchettafrolla. Finché una notte spuntano strani manifesti sui muri di tutte le case. Il maestro Leon de Trombòn, con un’orchestra grandissima, vuol sfidare la banda del maestro Bacchettafrolla. Tutta Notina ne parla. Come finirà la grande battaglia musicale?

Scopri di più

 avventura   generazioni a confronto   musica   paese immaginario

 

 

 

 

 

 

Layout 1Tradurre è un’arte magica, perché ogni parola apre un mondo. Le parole intraducibili sono potenti grimaldelli: svelano di un popolo certi vizi e certe virtù. Se i norvegesi hanno una parola per definire tutto ciò che si può mettere su una fetta di pane, i finlandesi ne hanno una per indicare la distanza che può percorrere una renna prima di fare una pausa; i malesi hanno una parola per dire il tempo necessario a mangiare una banana…

Regaliamoci dunque queste parole nuove; ci fanno viaggiare, per incantesimo, tra le emozioni del mondo.

Scopri di più

culture a confronto   diversità   lingue   parole intraducibili   viaggio