05
SET
2017

Freschi e riposati, ripartiamo da settembre!

Questo mese

C’è un francobollo sulla copertina del nuovo romanzo di settembre: destinazione Cuba.
Via verso l’Havana, tra intonaci sgretolati e tramonti pazzeschi sull’oceano; tra sbandati, parassiti e belle persone convinte che gli errori fatti poi non cancellino i valori per cui è morto Che Guevara, che accedere a concerti magnifici a poco prezzo valga di più che avere il frigo pieno di coca cola.

E l’amore che arriva tra Marian e Daniel si celebra in terrazzo, sul lungomare buio e ventilato, ma si scontra contro il dilemma che sempre più a Cuba regna sovrano: partire o restare.
L’angolo del mondo di Mylene Fernández Pintado è dedicato a chi resta.

Di abbandono ci parla la raccolta poetica che chiude il terzo anno di Le Ali: con la splendida copertina di Luca Mengoni che fa pensare, oltre che a una scala, a una partitura in forma di città, Il cane di Giacometti di Stefano Raimondi racconta la desolazione del momento in cui si accetta che il passato non ritorna, che lo strappo c’è stato. Difficile da credere, lì per lì, ma è l’anticamera di nuove felicità.

A settembre si parla di matti, ed è la volta di Padova, ultima tappa dei Repertori dei matti curati da Paolo Nori nelle città d’Italia.

Si parla molto anche di cinema, e a proposito di due autori molto amati: Michael Zadoorian con le sue strade d’America e Fulvio Ervas con i suoi vigneti del Prosecco.

Sul tappeto rosso del Festival del Cinema di Venezia sfilano Donald Sutherland, Helen Mirren e Carlo Virzì. Tre settembre: il grande giorno della prima di The Leisure Seeker, tratto dallo splendido In viaggio in contromano di Michael Zadoorian, che pure sfila in mezzo alle star agghindato – prima volta nella sua vita – con doveroso smoking. La proiezione termina con una standing ovation di giornalisti e pubblico che dura otto minuti; la grande traversata in camper dell’America di Ella & John commuove e fa ridere tutti.
Il film esce nelle sale di 82 Paesi, fra cui l’Italia, il 25 gennaio 2018.
Anteprima a New York e Los Angeles in dicembre, per permettere a The Leisure Seeker di concorrere a Oscar e Golden Globe.
Non c’è solo il film di Virzì sulla rampa di lancio; c’è anche il bellissimo Finché c’è prosecco c’è speranza, che vede protagonista Giuseppe Battiston, nei panni dell’Ispettore Stucky. Grande aspettativa anche per questa pellicola, firmata da Antonio Padovan. E c’è una bellissima edizione “cinema”, con il making of del film, nelle librerie.

Buon settembre!