Quim Monzó

Monzó2012a©-Dolors-Castillo

  • Data di nascita:24/03/1952
  • Luogo di nascita:Barcellona
  • Nazionalità:Spagna

Biografia

Animatore di caustiche trasmissioni televisive, traduttore delle grandi voci d’America del secolo andato – Barthelme, Miller, Faulkner, Salinger tra gli altri – Quim Monzó è tra le persone più note e amate di Barcellona.
Ha dato una mano a Bigas Luna nella scrittura dei film più ispirati – come Prosciutto prosciutto – mentre per festeggiare la sua Catalogna, ospite d’onore, ha aperto ufficialmente la Fiera di Francoforte del 2007 con una prolusione in forma di racconto. Ama i distillati, le parole in via di estinzione, le inchieste assurde: memorabile un suo Giro d’Europa in trenta aeroporti, con una sosta massima di due ore. I suoi racconti sono tradotti in una ventina di lingue, e i critici di tutto il mondo lo considerano uno dei più grandi scrittori contemporanei. La sua ultima raccolta si intitola Mille cretini ed è anch’essa pubblicata da Marcos y Marcos, accanto a Olivetti, Moulinex, Chaffoteaux et Maury e Il perché di tutto sommato.

Audio, Video & tutto il resto

Una citazione che amo molto:

“Era fragile di legno scadente,
sol lo spigolo era duro e tagliente.
Perciò l’abbiam rotto
in quattro e quattr’otto,
quel tavolo che non valeva niente”.

Le mie passioni? Sarei felice se qualche volta potessi non fare nulla.