w5x7n2 - nur1w8 - vjqnas - 8uabi1 - 30cnu8 - 8dr0z3 - iilud5 - tvqbj1

Fabrizio Bajec

ma photo


Biografia

Fabrizio Bajec (1975), italo-francese, vive a Parigi e scrive nelle due lingue. È autore dei seguenti libri di versi: Corpo nemico (in «Ottavo quaderno di poesia italiana contemporanea», Marcos y Marcos, 2004), Gli ultimi (Transeuropa, 2008), Entrare nel vuoto (con-fine, 2011), La cura (Fermenti, 2015). Alcuni in doppia versione e pubblicati in Belgio, Svizzera e Francia: Entrer dans le vide (Éditions du Fram, 2012), Loin de Dieu, près de toi (L’Âge d’Homme, 2013), La collaboration (tituli, 2018). Tra i suoi testi teatrali rappresentati in Italia da Luciano Melchionna fino al 2007, Rage è stato portato in scena al Teatro Nazionale di Bruxelles nel 2009, nell’ambito di un festival, e pubblicato in Francia nel 2017. Le sue poesie sono presenti in diverse antologie e riviste, e tradotte in spagnolo e svedese. Ha inoltre tradotto in italiano i versi del belga William Cliff: Il pane quotidiano e altre poesie (Edizioni Torino poesia, 2007); Poesie scelte (Fermenti/Fondazione Piazzolla, 2015). Tradurre gli altri e tradurre se stesso in italiano o in francese lo ha portato a riflettere su questa pratica di scrittura in un breve saggio edito dalla rivista «Transalpina» dell’Università di Caen (2015), Loin de Dieu, près de toi: l’autotraduzione come processo generativo.

Marcos y Marcos ha pubblicato la raccolta di poesia La collaborazione.