04
GIU
2018

A giugno comincia l’estate in libreria

Questo mese

Andiamo incontro all’estate con un libro che ci sembra fiorito dai tasti di una macchina da scrivere, in una soffitta di San Francisco, quasi un secolo fa, ed esalta ora come allora: Ragazzo coraggioso di William Saroyan.

Un ragazzo che corre, vola, piange, cresce, scrive una domanda di ammissione alla vita: è il personaggio a cui William Saroyan affida l’apertura del suo primo libro, il libro che l’avrebbe reso famoso subito, oltre le sue migliori aspettative: Ragazzo coraggioso.
Lui, orfano di padre, figlio di poverissimi immigrati armeni, pensa che volere è potere, e lo dimostra: avrà successo con i libri (La commedia umana, su tutti), con i film, con le commedie, persino con una canzonetta.
Vincerà il Pulitzer e lo rifiuterà; sposerà una bella americana di buona famiglia, divorzierà, e la sposerà di nuovo.
Parla a voce alta, mangia, beve, ma il suo vero vizio distruttivo è il gioco.
Anche per questo, ha la giustificazione pronta: perdere tutto lo sprona a scrivere, a ripartire alla grande.
Questa energia vulcanica, profondamente vitale, in questo primo libro è lava incandescente, è amore, sole, strade di San Francisco.
Un libro dove sottolineeresti ogni frase, e che hai voglia di rileggere per sempre.

Il giorno del solstizio, con precisione, torna Penelope Poirot, nel suo terzo mystery italiano: Penelope Poirot e l’ora blu di Becky Sharp.
In un bel borgo in bilico tra Piemonte e Liguria, la nipote del grande Poirot, invitata a un convegno sulle fiabe, cerca l’equilibrio del saggio; si trova invece per le mani un omicidio da risolvere in tutta fretta.
La sua assistente, Velma Hamilton, se la sentiva: in quel borgo ci passava le estati da bambina, e non ci voleva tornare.
E beve troppo proprio quella sera, la sera della festa in riva al lago, la sera in cui una ninfa ritrova la voce, una fata si infuria, una strega è molto delusa, un orco spaventa grandi e piccini, un cavaliere fa troppe cerimonie…
E il delitto si consuma quando il tempo si dilata, non è più giorno e non è ancora sera: nell’ora blu.
Fate posto in valigia, nello zaino, nelle borse della bici! Questi libri vi portano in viaggio.

E Michael Zadoorian, lanciato più che mai qui da noi dopo il film di Paolo Virzì Ella & John, tratto da In viaggio contromano, torna a trovarci in Italia.
Lo possiamo incontrare alla Basilica di Massenzio, il 12 giugno, a Palermo, presso la Libreria Modusvivendi, il 13 giugno, e sulla nostra terrazza, a Milano, in via Piranesi 10, il 14 giugno.
Del suo nuovo romanzo, Beautiful Music, si è già molto parlato, e il suo viaggio in Italia lo farà conoscere ancora meglio: per chi ancora non conosce Michael, un’occasione d’oro per scoprire il suo carattere tenero e pieno di umorismo.

La settimana successiva, torna Letti di notte, la notte bianca dei lettori, delle librerie, delle biblioteche.
Quest’anno, il tema è “Vedi alla voce”.
Sul sito trovate tutte le informazioni.
Buon inizio d’estate!